I miei consigli di lettura

La lettura mi ha sempre accompagnato nelle varie fasi della mia vita.

Ci sono dei libri che ho letto in momenti particolari che hanno il potere di riportarmi letteralmente indietro nel tempo e farmi rivivere certe sensazioni che hanno caratterizzato quel periodo.

Qui trovi i libri  che più mi sono entrati nel cuore.

“Interrogo i libri e mi rispondono. E parlano e cantano per me. Alcuni mi portano il riso sulle labbra o la consolazione nel cuore. Altri mi insegnano a conoscere me stesso”

Francesco Petrarca

Crescita personale e formazione

 

Il metodo bullet Journal di Ryder Carrol: questo libro mi ha insegnato a pianificare le mie giornate in maniera più consapevole è intenzionale. Il fatto di poter dividere un unico taccuino in tanti diari (giornaliero, mensile, del futuro) ti permette di riflettere sui punti della tua to-do list che non hai portato a termine: è il caso di migrarli sul diario del futuro o forse non li hai portati a termine perchè non sono davvero importanti? Questo libro è un valido aiuto per la riflessione sull’impiego del proprio tempo e una possibilità di integrare una buona abitudine nella propria routine quotidiana. Io ci sto lavorando!

 

Le vostre zone erronee di Waine W. Dyer: scritto da uno psicologo e psicoterapeuta statunitense, questo saggio ci insegna a scovare le nostre zone erronee psicologiche e a controbilanciarle con le risorse che ognuno di noi a. E’ un aiuto a superare certi comportamenti dannosi e autodistruttivi. 

 

Chi ha spostato il mio formaggio? di Spencer Johnson: in un mondo in continua evoluzione è necessario imparare ad affrontare il cambiamento adattandosi ad esso. Una storiella con 4 protagonisti (2 topini e 2 gnomi) che rappresentano ognuno un modo di reagire di fronte ai cambiamenti. E’ stato divertente per me identificarmi in uno dei personaggi.

 

Wabi Sabi di Tomas Navarro: il Wabi Sabi è un principio giapponese che consiste nell’apprezzare la bellezza dell’imperfezione, accettando che ogni cosa è transitoria. Leggere questo libro è una coccola all’anima. 

Dello stesso autore: Kintsukuroi, l’arte giapponese di curare le ferite dell’anima. Devo ancora leggerlo, ti dirò cosa ne penso!

 

Crea te stessa di Nancy Cooklin: è uno di quei libri di crescita personale del quale mi sono innamorata per i tanti spunti ed esercizi pratici che ti aiutano a non farti sopraffare dalle emozioni e ad uscire da quegli schemi dai quali spesso ci facciamo intrappolare.

Questo libro ti insegna a capire quali sono i tuoi desideri più autentici e ti aiuta ad allineare cuore e testa.

 

A tutto c’è una soluzione di Marie Forleo: niente è impossibile. Libro illuminante e ricco di esercizi da mettere in pratica.

Ruba come un artista di Austin Kleon: un libricino che si legge velocissimamente. In poche pagine ti regala mille spunti per alimentare la tua creatività.

Guida di stile di Luisa Carrada: una guida che chiunque scriva per lavoro dovrebbe avere sulla propria scrivania. Io la consulto spesso e la consiglio vivamente così come tutti i libri della Carrada.

In questi giorni sto leggendo…

Quando le montagne cantano: romanzo d’esordio di Nguyen Phan Que Mai.

Questo libro mi è stato caldamente consigliato e racconta la guerra del Vietnam attraverso le vicissitudini di una famiglia che vive un Paese distrutto e segnato da carestie, guerre dittatute e rivoluzioni. Al momento ho letto poche pagine ma posso dire con certezza di avere tra le mani un libro che ha il potere di catturarmi e catapultarmi nella storia che racconta!

Romanzi, biografie, classici

 

Parto dai miei autori preferiti ( Stephen King, Agatha Christie, Joel Dicker e Banana Yoshimoto) premetto che consiglio tutti i loro libri ma ne sceglierò uno di ognuno.

 

Il miglio verde di Stephen King: John Coffey è un gigante buono, innocente ma condannato a morte per aver violentato e ucciso due bambine. Il suo sguardo enigmatico  è difficile da decifrare e in carcere tutti si chiedono se John è un mostro o un essere diverso da tutti gli altri dotato di un potere straordinario.. Ho letto questo libro da ragazzina e ho pianto come una fontana..

 

10 piccoli indiani di Agatha Christie: 10 persone estranee tra di loro vengono invitate in una splendida villa. Nessuno sa chi abbia spedito l’invito e tutti accettano. Ad accoglierli troveranno una poesia in ciascuna camera che li accuserà di essere tutti assassini. Un romanzo inquietante e un vero rompicapo. 

 

Il libro dei Baltimore di Joel Dicker: tutta la storia si articola intorno a due famiglie, i Goldman di Baltimore e i Goldman di Montclair. otto anni dopo una misteriosa tragedia, Marcus (il protagonista di La verità sul caso di Harry Quebert) decide di raccontare la storia della sua famiglia e tornando indietro con la memoria si rende conto che qualcosa gli sfugge: cosa è accaduto ai Goldman di Baltimore? Che segreto nascondono? I colpi di scena si susseguono…

 

Kitchen di Banana Yoshimoto: un romanzo sulla solitudine giovanile che ha come protagonista Mikage che dopo la morte della nonna si è ritrovata da sola. Il risvolto positivo di questa storia è che Mikage scopre che la famiglia si può inventare e decide di scegliere come propria famiglia Yuichi e il suo papà che si rivelerà in seguito anche capace di fare da mamma.

 

Becoming di Michelle Obama: ho amato questa donna dalle prime pagine: forte, determinata, empatica e carismatica. La sua biografia è per me fonte di ispirazione.

 

Frida Kahlo di Rauda Jamis: donna di grande forza e carisma che ha avuto una vita sopra le righe e davvero difficile.

Io adoro la sua storia: è il classico esempio della Donna che non si arrende e che lotta ogni giorno per fare quello che ama e che la fa star bene nonostante gravi problemi di salute.

Certo, ha attraversato tanti momenti di sconforto nella sua lunga malattia ma ha sempre prevalso la voglia di vivere e comunicare attraverso la sua arte.

“… Sono stata malata per un anno: 1950-1951. Sette operazioni alla colonna vertebrale […]

Non sento dolori, soltanto una grande stanchezza… e, com’è ovvio, spesso una grande disperazione. Una disperazione che nessuna parola può descrivere. Malgrado tutto, ho voglia di vivere”.

 

Finché il caffè è caldo di Toshikazu Kawaguchi: In Giappone c’è una caffetteria speciale.. pare che sedendosi in un preciso tavolino si abbia la possibilità di tornare al passato, a un momento della propria vita che non si è vissuto appieno. Alcune persone trovano il coraggio di sedersi a quel tavolino, ma per farlo devono rispettare alcune regole. Ciò che emerge da questa storia è che il passato non è importante perché non si può cambiare, quello che conta è il presente: l’unico momento in cui possiamo decidere cosa fare.

Devo ancora leggere Basta un caffè per essere felici, chissà forse anche in questo libro c’è chi per qualche misterioso motivo,  ha il coraggio di tornare indietro nel tempo e rivedere qualcuno che ha fatto parte del proprio passato.

 

Harry Potter: ho divorato la saga in poco tempo… A volte c’è davvero bisogno di lasciarsi trasportare in mondi fantastici! Se non l’hai ancora fatto… leggila!

 

Uno nessuno e centomila di Pirandello: un classico che fa riflettere sulle tante sfaccettature che caratterizzano la personalità di ognuno di noi. A tutti infatti è capitato di stupirsi nello scoprire che gli altri hanno un’immagine di noi che non corrisponde alla nostra. Solo noi sappiamo cosa c’è sotto la maschera.  Un romanzo filosofico che, adesso che ci penso, vorrei rileggere!

 

La ragazza di Bube di Carlo Cassola: ambientato in Toscana, questo romanzo racconta la storia d’amore tra Mara, una giovane contadina e Bube, un ex partigiano che commette un delitto assurdo, spinto dal suo essere “un vendicatore” anche se la guerra è ormai finita. Mara è l’unica a restargli accanto e ad attenderlo anche dopo la condanna. Sullo sfondo si intravede una società ancora scossa dalla guerra, provata e sofferente.

*** Se deciderai di acquistare i libri che ti consiglio passando attraverso il mio link affiliato riceverò una piccola percentuale in buoni regalo che spenderò in altri libri che mi aiuteranno a creare dei nuovi contenuti. 

Ovviamente non devi per forza acquistare utilizzando il mio link affiliato ma, se vorrai farlo, mi aiuterai a sostenere il mio piccolo business ed io te ne sarò grata! cool

 

 

Verified by MonsterInsights